angoscia


Bus incendiato e il terrore vissuto dai ragazzi che hanno rischiato di morire. Che segni lascerà nella loro psiche e come aiutarli ad elaborare?

L’esperienza che hanno vissuto alcuni studenti di seconda media minacciati e tenuti in ostaggio per quasi un’ora, è un’esperienza che lascerà sicuramente un segno nelle loro menti. Alle porte di Milano, di ritorno da un’uscita scolastica, sono stati sequestrati dall’autista del pullman, legati e gli è stato tolto lo smartphone […]

paura

Bambini sempre più ansiosi e preoccupati: come comportarsi?

Paura di una verifica a scuola, di non riuscire a fare i compiti, angoscia che possa succedere qualcosa ai propri familiari o di essere esclusi ed emarginati dal gruppo di amici: sono solo alcuni dei timori che compromettono l’infanzia dei bambini, portandoli a provare dei veri e propri stati d’ansia […]

bambino solo

Ultima settimana di scuola: come aiutare i figli a non mollare e a stringere i denti fino alla fine?

Ed ecco che anche quest’anno siete arrivati alla fatidica “ultima settimana” di scuola, in cui i vostri figli si giocheranno il tutto per tutto per correre ai ripari ed evitare debiti ed eventualmente la bocciatura. Siete stanchi, la tensione è alle stelle e anche se siete vicini al traguardo, sembra […]

report scuola

Incubi notturni nei bambini: come comportarsi?

Brutti sogni, angosce e paure sono piuttosto comuni nei bambini. Può capitare che i piccoli, soprattutto a partire dai 2 anni di età, si sveglino durante la notte o si agitino nel sonno a causa degli incubi che sopraggiungono. Sebbene siano spesso associati alla crescita, bisogna sapere che stress, eventi […]

incubo

fomo

Adolescenti, utilizzo dello smartphone e connessione: cosa succede se si resta offline?

Essere sempre connessi ha un prezzo: in termini di tempo, di costi ma anche di angosce legate al pensiero e alla preoccupazione di rimanere senza la rete mobile o senza poter accedere alle applicazioni del proprio smartphone, quali chat e social network. I soldi a disposizione per la ricarica mensile […]


Impossibilitati a controllare cosa stanno facendo i nostri contatti online: che succede nella nostra testa?

Dopo la “paura di essere tagliati fuori” (F.O.M.O., da “fear of missing out”), preoccupazione eccessiva e ossessiva che gli altri facciano esperienze a cui non si è presenti, si evidenziano fenomeni più estremi di paure e preoccupazioni ansiogene legate ai social e alla vita online. Uno di questi è stato […]

fomo

nomofobia

La nomofobia o paura di rimanere senza cellulare che affligge gli adolescenti

La Nomofobia è una patologia dei nostri tempi che sta prendendo sempre più piede soprattutto nella e-generation ossia la generazione digitale dei più piccoli: gli adolescenti multitasking. Il termine Nomofobia è composto dal prefisso abbreviato “no-mobile” e dal suffisso “fobia” e si riferisce alla paura di rimanere senza il telefono […]


ARTICOLI CORRELATI

Adolescenti tra il reale e il digitalmente connessi: Corso di Alta Formazione in Psicologia e Psicopatologia dell’Adolescenza

social-media-sito

La CSI Academy Srl in partnership con l’Osservatorio Nazionale Adolescenza Onlus diretto dalla Prof. Maura Manca, propone Il Corso di Alta Formazione in psicologia e psicopatologia dell’adolescenza dal titolo “Adolescenti tra il reale e il digitalmente connessi”. Il corso intende rispondere all’esigenza concreta di una formazione specialistica da parte dei professionisti e degli operatori che...
LEGGI TUTTO

La guerra persa contro il disordine adolescenziale

stanza disordinata

Nell’era tecnologica anche i genitori si sono muniti di prove per dimostrare il disordine del figlio! Foto nelle varie angolazioni della stanza incriminata, con facce soddisfatte o disperate che cercano rispettivamente approvazione/un alleato o contenimento. Alla domanda “dottoressa secondo lei è normale tutto questo?”, mi viene da sorridere perché credo di sentirla come minimo una...
LEGGI TUTTO

La paternità ritrovata dopo la separazione

padre-aerosol

Si parla spesso in senso negativo di separazione e divorzio, perché accompagnati di frequente da profondo rancore, rabbia, delusioni, aspettative, comportamenti infantili da parte di adulti che di frequente si dimenticano di essere genitori. Abbiamo scritto e riscritto trattati sui danni causati da una separazione mal gestita e soprattutto conflittuale sullo sviluppo dei figli, sia...
LEGGI TUTTO

Comunicazione e processi di pensiero degli adolescenti tecnologici: sono ancora in grado di pensare?

ragazzi smartphone

Il massiccio uso che si fa delle comunicazioni multimediali e il linguaggio sintetico utilizzato dalla e-generation, che comunica appunto attraverso messaggi vocali, storie, video, hashtag, emoticon e selfie, rischia di modificare le loro funzioni cognitive ed emotive. Smartphone e app, soprattutto quelle di messaggistica istantanea o i social network come Instagram, che ormai utilizzano tutti fin...
LEGGI TUTTO

I videogiochi con immagini violente rendono davvero aggressivi i ragazzi?

videogame-bambini-633x350

I videogiochi sono la passione e il passatempo preferito di tantissimi bambini e adolescenti. Alcuni di questi giochi poi spopolano letteralmente e diventano tra virgolette l’incubo di tanti genitori. Gli adulti solitamente si preoccupano nel vedere i figli trascorrere tantissime ore davanti ai giochi elettronici o reagire a volte in maniera esagerata quando perdono o...
LEGGI TUTTO

Ragazzi demoralizzati e abbattuti. Cosa inventarsi per spronarli?

aiutare-figli-nelle-scelte

Troppi ragazzi si ritrovano in adolescenza a vivere un momento di crisi che spesso non sanno come affrontare. Magari litigano con gli amici, si lasciano con i fidanzati, hanno difficoltà scolastiche, lasciano lo sport: molte volte di fronte a queste problematiche, possono sembrare apatici, demoralizzati e privi di energie, spaventati dal doversi scontrare anche con...
LEGGI TUTTO

Ossessionati dalla popolarità online: in che modo i “like” influenzano il cervello degli adolescenti?

like

Bambini e ragazzi vivono ormai con lo smartphone quasi sempre in mano: se non ne hanno uno personale usano quello dei genitori e in rete cercano costantemente approvazione social e conferme, ossessionati dai like che ricevono sui profili dei social network e sempre più preoccupati di come appaiono online. I "like" possono influenzare il cervello...
LEGGI TUTTO