burning


L’autolesionismo: quando gli adolescenti si fanno del male da soli

L’autolesionismo è estremamente frequente durante il periodo adolescenziale eppure è ancora troppo sottovalutato, se ne parla poco, soprattutto rispetto ad altri fenomeni come il bullismo e il cyberbullismo, nonostante coinvolga allo stesso modo una notevole quantità di ragazzi. Per autolesionismo si intende quel comportamento in cui si attaccano intenzionalmente parti […]

self harm

autolesionismo e social network

Troppi adolescenti sono autolesionisti. Quali sono le forme più comuni?

Per “autolesionismo intenzionale” si intende quel comportamento deliberato e diretto di ferire, danneggiare o alterare i tessuti del corpo senza che vi sia un intento suicidario cosciente. Le condotte autolesive compaiono intorno ai 12 e i 14 anni, durante la prima adolescenza e circa 2 adolescenti su 10 sono autolesionisti […]


Autolesionismo. Cosa deve fare un genitore quando scopre che il figlio è autolesionista? 3

self harm

autolesionismo cutting

Allarme autolesionismo. 2 adolescenti su 10 sono autolesionisti. Perchè lo fanno e come riconoscere i segnali


Cos'è l'autolesionismo?

Cos’è l’autolesionismo?

Troppi adolescenti e giovani si tagliano, si fanno del male nel silenzio del loro dolore. E’ importate capire cos’è l’autolesionismo per comprendere e non giudicare.

Ce ne parla Maura Manca, psicoterapeuta.

Cos'è l'autolesionismo

self harm

Come si diventa autolesionisti. Consigli per i genitori alle prese con l’autolesionismo


Autolesionismo: quanti adolescenti si fanno intenzionalmente del male e perché?

Comunicato Stampa: Autolesionismo: quanti adolescenti si fanno intenzionalmente del male e perché?   Roma 24 settembre 2015   Cos’è l’autolesionismo? Si parla troppo spesso di devianza, di bullismo, di violenza, tutte condotte rivolte verso l’esterno, più manifeste e socialmente riconosciute come problemi di rilevanza sociale. Esiste un numero piuttosto importante […]

autolesionismo e social network

self harm

Che cos’è l’autolesionismo?

“mi sono fatta questo… perché stavo male, mi stressavano tutti, non capivo più niente, mi scoppiava la testa e dovevo farmi del male… prima lo facevo solo per rabbia ora lo faccio perché provo sollievo dopo ogni ferita…” Queste sono le parole di una adolescente quando descrive quello che prova […]


ARTICOLI CORRELATI

Ragazzi Violenti. Un viaggio nelle menti di vittime e aggressori

ragazzi violent

«Se vogliamo combattere la violenza, dobbiamo spogliare vittime e carnefici dei loro ruoli, ridare loro la dignità, la possibilità di scegliere, di esprimersi e di sviluppare quella capacità che permette di affrontare se stessi e il mondo circostante senza paura».   Autolesionismo, violenza di genere, stalking, revenge porn: sono solo alcune delle forme di quotidiana...
LEGGI TUTTO

Chi sono gli adolescenti autolesionisti? Sono vittime di bullismo, sole e depresse che abusano di alcol

cutting 2

L’autolesionismo è una delle problematiche adolescenziali più diffuse a partire dai 12-13 anni di età. È sommersa, lo fanno di nascosto, chiusi nel loro silenzio e nella loro vergogna. Parliamo di 2 adolescenti su 10 che scaricano il proprio dolore, la propria sofferenza sul corpo attraverso tagli sulle braccia o sulle gambe, ferite con oggetti...
LEGGI TUTTO

Cyberbullismo nelle chat e nei gruppi classe dei bambini della scuola primaria

cyberbullismo bambini

Ci si approccia ancora all'infanzia come l'età dell'innocenza, si pensa che i bambini possano essere creature spensierate che vedono solo il mondo a colori. Ma non è sempre così, ci sono tantissimi bambini che soffrono in silenzio, che stanno male, che non sono felici, che vivono delusioni, che subiscono violenze e ingiustizie e tengono dentro...
LEGGI TUTTO

Sempre più adolescenti adescati online da adulti mascherati da ragazzi. Come proteggerli?

adescamento

Sono sempre di più i malintenzionati che si nascondono dietro i profili finti, facendo credere di essere qualcun altro, pur di sedurre la vittima e attrarla nella propria rete, al fine di avere conversazioni di natura sessuale in chat e farsi inviare materiale intimo. Casi di adescamento online o grooming sono purtroppo in aumento e,...
LEGGI TUTTO

Giochi e selfie che uccidono: perché i ragazzi giocano con la loro vita?

parkuor- si

Sempre più spesso i ragazzi, anche quelli considerati “normali”, ossia che non manifestano segni evidenti di disagio, che vanno regolarmente a scuola, che fanno sport o che hanno una famiglia, possono mettere a rischio la propria incolumità per quelli che loro chiamano e vivono come giochi, anche attraverso la ricerca di selfie estremi, messi in...
LEGGI TUTTO

I ragazzi preferiscono WhatsApp alla comunicazione dal vivo. A cosa fare attenzione?

cellulare comunicare

Le modalità comunicative dei bambini e degli adolescenti hanno indubbiamente subìto delle profonde trasformazioni: tutto è digitalizzato e lo smartphone è diventato come una protesi della propria identità e parte integrante della propria vita. La maggior parte delle loro comunicazioni, infatti, avviene ormai attraverso le chat di messaggistica istantanea, tra cui un ruolo primario spetta...
LEGGI TUTTO

A Roma la Seconda Giornata Nazionale sulle Dipendenze Tecnologiche “RelAzioni e CambiaMenti”

Convegno Lavenia

A Roma il 10 novembre 2018 si terrà la Seconda Giornata Nazionale sulle Dipendenze Tecnologiche “RelAzioni e CambiaMenti” presso l'Auditorium del Massimo (zona Eur) dalle ore 9.30 alle ore 19.30, organizzato dall'Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche, GAP e Cyberbullismo in collaborazione con Giunti. Questo importante evento formativo rivolto alla cittadinanza e agli specialisti del settore ha...
LEGGI TUTTO

Sfide folli come una droga: così i social attirano le prede. L’intervista a Maura Manca sul Quotidiano Nazionale

qn 600x400

Sul Quotidiano Nazionale del 13 settembre 2018, un'intervista di Alessandro Belardetti alla dott.ssa Maura Manca sull'ennesimo ragazzo morto a soli 14 anni, Igor, per colpa di un gioco mortale. Il giovane, sportivo e appassionato di arrampicata in montagna, si è soffocato con una corda da roccia nella sua cameretta, alle porte di Milano. Si pensa...
LEGGI TUTTO