comunità


Dai siti pro-ana ai gruppi WhatsApp per diventare pelle e ossa. Cosa devono fare i genitori

Sono ormai molti gli adolescenti, soprattutto ragazze, che utilizzano quegli spazi del web, definiti pro-ana ovvero pro-anoressia, come dei veri e propri rifugi virtuali, alla ricerca di condivisione, di sostegno, di metodi e consigli su come perdere drasticamente peso e arrivare alla magrezza estrema. Solitamente utilizzano account finti per non […]

corpo magrezza

pro ana

Anoressia e social network: il fenomeno “PRO-ANA”

Sul web proliferano sempre di più account, blog, forum, comunità virtuali che inneggiano alla magrezza eccessiva. Sono definiti siti pro-Ana (pro-Anoressia), in cui gli utenti si scambiano idee e opinioni per perdere peso, condividono i risultati raggiunti e dispensano consigli su come dimagrire, il più possibile. Un recente studio (Bert […]


Pericoli online: figli che cadono nella rete internet

Navigo spesso nel web per cercare aggiornamenti, nuove mode e tendenze che catturano l’attenzione dei ragazzi. Guardo e percorro le strade del web con gli occhi di un adolescente, cerco di capire da cosa può essere attratto e ricalco le sue orme. A parte i luoghi virtuali in cui è […]

pericoli rete

studio e bullismo

Esclusione dai gruppi scuola: una forma di cyberbullismo

L’inserimento della più moderna tecnologia ha portato ad utilizzare Skype o Facetime per fare i compiti insieme ai compagni in multitasking, ad usare WhatsApp per condividere i risultati o più frequentemente a copiare i compiti. L’amico fa i compiti, in genere i più bravi, fa la foto e la invia […]


Giochi alcolici o drinking game

I Drinking Game sono giochi che coinvolgono soprattutto gli adolescenti e i giovani, che si stanno diffondendo a dismisura, grazie anche ai vari social media. Esistono già da tantissimo tempo, ma oggi stanno prendendo proporzioni sempre più allarmanti perché sono socialmente accettati, pubblicizzati online e nei locali pubblici. Il problema […]

drinking game

Anoressia virtuale

Anoressia nel virtuale: i siti pro Ana, una nuova emergenza sociale

Cos’è cambiato con l’enorme diffusione di smartphone, tablet, internet?  L’anoressia e la bulimia si sono spostate sul web.  Come? Con la nascita di siti “specializzati” che promuovono:  l’Anoressia, chiamati siti pro Ana e la Bulimia, chiamati siti pro Mia. Oggi esistono anche intere comunità di adolescenti che si costruiscono una […]


ARTICOLI CORRELATI

Figli troppo legati alle apparenze e alle vetrine social. Cosa possono fare i genitori?

Mode e Social mode

Sin da piccoli, bambini e ragazzi iniziano a interessarsi alle mode del momento, alla popolarità social, all’aspetto estetico. Sono sempre più sottoposti alla pressione continua di modelli incentrati sull’ossessione dell’apparire, sulla ricerca della perfezione e sul controllo dell’immagine, ricevendo messaggi distorti che non sempre sono in grado di filtrare. Il ruolo dei genitori e degli...
LEGGI TUTTO

L’estate degli adolescenti autolesionisti: il periodo peggiore dell’anno. Come devono comportarsi i genitori?

autolesionismo estate

Il corpo racconta il dolore interno dei ragazzi autolesionisti, ogni segno, ogni cicatrice rappresentano una ferita aperta, racchiudono un’emozione che ha preso il sopravvento su di loro e che li ha schiacciati da un punto di vista psicologico. E’ veramente difficile guardarsi dentro, vedere il proprio corpo e, soprattutto, accettarsi, sapere di non essere compresi,...
LEGGI TUTTO

Ragazzi alle prese con il nuovo esame orale: cosa li spaventa di più? Ecco alcuni pratici consigli

student problem concept and stress

L'esame di maturità equivale spesso a livelli di ansia e panico più o meno gestibili nel corso delle diverse prove. Superato lo scoglio e le paure relative alle prove scritte, arriva un l'ultimo step che, per tantissimi ragazzi, rappresenta anche la prova più temuta. Diverse sono le paure che affollano la mente: paura di non...
LEGGI TUTTO

Genitori alle prese con i primi amori dei figli adolescenti

SSUCv3H4sIAAAAAAAEAH2RO4/CMBCEeyT+Q7R1xBEeuhMlBfUV150oFnvhLEyM/OCEUP476zgGF4guM7P+7NncxqOqgh06JWBV3aJirbQOzlv0yrRsT+vBJ6m8sQp1NKPX9Qk4jz44chExWAI9HXg2mcP5fM9v0lUO+pBPcATfZM6aoC4SF3Yx+SFqHWS/q99A1oTBXz826P5ihRewJyd9bHNHPFArrn2ToqElTZgaDo+H5qvJYGg+Zz0wUeD478meynVclCRTbOJslSDWi8WkXCQGqcqxixGoI2deDAn+N+ZUwkwrl0/NjqR9vmH6KA/myLpJMpUbj7o7qIQrJwICAAA=

La “prima cotta” non passa certo inosservata, e le vacanze rappresentano un momento in cui hanno più tempo per vivere più intensamente anche le dinamiche affettive e relazionali. Cambia l’umore, cambiano le richieste, si vivono spesso emozioni contrastanti che fanno toccare il cielo con un dito e a volte, in pochissimo tempo, cadere vertiginosamente giù...
LEGGI TUTTO

Paure dopo la prima prova? Come aiutare i figli a non demoralizzarsi e ad affrontare la prova successiva

A

La maturità manda in tilt i ragazzi, le prove li sottopongono a ritmi stressanti e tra ansia e stanchezza hanno bisogno di genitori che li aiutino e li sostengano, soprattutto da un punto di vista psicologico. Può capitare che ad alcuni di loro, durante la prima prova, l’ansia abbia giocato un brutto scherzetto: magari si...
LEGGI TUTTO

Il mio ragazzo non vuole che esca con i miei amici: cosa fare?

gelosia

Quando si vive una relazione, le abitudini possono cambiare: quello che però è importante, è cercare di conciliare la storia d’amore con le proprie amicizie e passioni. A volte, però, questo può essere difficile, soprattutto se manca la fiducia ed è presente un’eccessiva gelosia. Quando si prevarica la libertà personale di uno dei componenti della...
LEGGI TUTTO

Noa era già “morta” da un punto di vista psicologico. Il dolore può portare all’autolesionismo e all’autodistruzione. Come intervenire efficacemente?

ragazza dolore tristezza

Un’adolescente non dovrebbe mai fare gli ultimi saluti, non dovrebbe mai morire nell’abbraccio dall’affetto dei cari dopo anni di durissime battaglie psichiche. Noa purtroppo era già “morta” da un punto di vista psicologico già da tanti anni, da quando è stata violata la prima di altre due volte all’età di 11 anni. Quando si subisce...
LEGGI TUTTO

Ragazzi “appiccicati” ai videogiochi. Un braccio di ferro tra genitori e figli

Teenager boy enthusiastically plays the game console

Sono tantissimi i bambini e i ragazzi che si appassionano ai videogiochi che restano incollati davanti agli schermi di pc, console, tablet e smartphone, fino ad arrivare a giocare anche diverse ore consecutive. Le ore trascorse “appiccicati” ai giochi online, riprendendo le parole dei tantissimi genitori con cui mi confronto, sono oggetto di preoccupazione circa...
LEGGI TUTTO