hiv


Cosa scatta nella mente di un uomo che decide di contagiare 200 donne

Un uomo di 36 anni di Ancona è stato arrestato con l’accusa di lesioni gravissime per aver avuto rapporti sessuali non protetti, sembra che abbia infettato con il virus dell’HIV più di 200 donne. È stato accertato che l’uomo abbia agito con intenzionalità, in quanto era consapevole di essere sieropositivo da […]

sindrome di samo

sextasy- si

Festini a base di sesso e droghe: “ChemSex” sempre più diffuso

Sesso sfrenato e droghe tra i giovanissimi: si tratta di un mix di sostanze particolarmente dannoso per il cervello, soprattutto in adolescenza durante la fase dello sviluppo. La pratica del ChemSex è nata a Londra, ma a poco a poco si è diffusa fino ad arrivare anche in Italia. All’inizio […]


Adolescenti e sessualità: nessuna protezione e aumento dei comportamenti a rischio

La relazione tra adolescenti e sessualità è delicata e spesso superficiale: i ragazzi non hanno le informazioni necessarie, non usano precauzioni, rischiano di contrarre malattie sessualmente trasmissibili che credono non esistano o non li riguardino. Aumenta, secondo il Centro Operativo AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità (http://www.iss.it/ccoa/) il contagio del virus […]

Fare sesso migliora funzioni cognitive

preservativo

Malattie Sessualmente Trasmissibili? Pericolo sottovalutato dalle adolescenti

Una recente ricerca americana condotta presso il Center for Disease Control and Prevention (Steiner et al., 2016), che ha coinvolto quasi 2300 ragazze sessualmente attive, ha messo in luce come le adolescenti che usano contraccettivi a lungo termine come la spirale o gli impianti, siano meno propense all’utilizzo del preservativo, […]


Chemsex: la moda di fare sesso ininterrotto sotto effetto di sostanze stupefacenti

Quella dei ragazzi di oggi è la generazione del sesso libero, del sesso online, delle droghe e delle discoteche. La nuova moda si chiama CHEMSEX I ragazzi spesso lanciano mode pericolose per la propria salute e per quella altrui, di cui non conoscono e non valutano le conseguenze a livello psichico […]

sextasy- si

sindrome di samo

Sindrome di Samo e il desiderio di contrarre malattie

“Vinceva ogni disgusto pur di essere contagiata ed ecco che il suo sacrificio è inutile. Giustamente lei non si uccide, perché voleva morire dello stesso male. Amava più la lebbra, del lebbroso”. Il silenzio del corpo – Guido Ceronetti. La Sindrome di Samo è il termine con cui alcuni studiosi […]


Contrarre intenzionalmente il virus dell’HIV: il bug chasing

Tra le recenti social mode pericolose ritroviamo il fenomeno che prende il nome di “bug chasing” che letteralmente significa “caccia al parassita”. Consiste in una pratica sessuale che ruota intorno al desiderio di voler essere contagiati in maniera volontaria e consapevole dal virus dell’Hiv. E’ un fenomeno che sta prendendo […]

bug chasing

ARTICOLI CORRELATI

Adolescenti in un mare di insicurezze: oltre l’estetica c’è di più!

immagine

Si vedono brutti, non si piacciono, si guardano allo specchio e trovano soltanto difetti e imperfezioni:  durante il periodo adolescenziale difficilmente i ragazzi sono soddisfatti del proprio aspetto e vivono con la paura di non essere accettati. https://www.adolescienza.it/sos/sos-genitori-adolescenti/adolescenti-allo-specchio-cosa-fare-quando-si-vedono-brutti-e-non-accettano-il-loro-corpo/ La società in cui viviamo inevitabilmente rischia di alimentare tutto questo: gli adolescenti infatti sono talmente tanto...
LEGGI TUTTO

Come si diventa autolesionisti. Consigli per i genitori alle prese con l’autolesionismo

self harm

NON SEMPRE PARLANO CON LE PAROLE Quando sono invasi da un profondo dolore e dalla paura di non essere accolti dal genitore, gli adolescenti preferiscono scrivere, un messaggio, un email, una lettera alla mamma o al papà, perché hanno paura del confronto, della loro reazione, di guardarli negli occhi, di ferirli e di ricevere una...
LEGGI TUTTO

Chat e gruppi pericolosi all’oscuro dei genitori. Bisogna controllare lo smartphone dei ragazzi? Maura Manca a Radio 24

Young boy looking at her friend smoking sitting on staircases

Gruppi nelle chat o sui social che inneggiano alla violenza e all'odio purtroppo nascono come funghi. Ha colpito tutti la chat denominata da diversi ragazzini, molti dei quali minorenni, "The Shoah party". Su WhatsApp hanno creato il gruppo in cui condividevano contenuti atroci e violenti, giravano video pedopornografici, insulti razziali, slogan inneggianti a Hitler, all'Isis,...
LEGGI TUTTO

Quando l’amore diventa ossessione: come difendersi da chi ci perseguita

stalking-uomo

Lo stalking - termine inglese che identifica qualsiasi tipo di atto persecutorio nei confronti di un’altra persona - è un fenomeno tristemente diffuso, anche nel nostro Paese. Talmente tanto che dal 2009 è presente nel nostro ordinamento una legge apposita per regolare tale condotta che, da quel momento, è a tutti gli effetti un reato....
LEGGI TUTTO

Chat di odio, razzismo e violenze a sfondo sessuale. Il lato oscuro delle chat e di tanti adolescenti

adolescenti-cellulare

Le manifestazioni e le intenzioni di chi mette in atto comportamenti mossi dall’odio si manifestano con sfaccettature anche molto differenti tra loro. Uno degli aspetti più preoccupanti di questo fenomeno è proprio il fatto che, i ragazzi, non si rendono conto della gravità di ciò che pensano, che dicono e che mettono in pratica. Tutto...
LEGGI TUTTO

Quando le vittime vengono accusate di essere colpevoli della morte di un figlio. La madre di Desirée denunciata per abbandono di minore

giustizia per desirée per ado

Ho conosciuto di persona la mamma di Desirée. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con lei, di ascoltare le sue parole, di guardarla negli occhi e di stringerle la mano. Non credo ci si renda conto di cosa significhi perdere una figlia in un modo così atroce, disumano e brutale; ricevere quella telefonata che nessun...
LEGGI TUTTO

Cala l’età della prima sbronza: i ragazzi bevono sempre di più

alcool

L’abuso di bevande alcoliche è un fenomeno sempre più diffuso tra i giovanissimi, nonostante sia ancora troppo spesso sottovalutato. I ragazzi si avvicinano all’alcol sempre più precocemente e ne abusano già a partire già dagli 11-12 anni. Maura Manca, presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, ha così commentato sulla rivista ORA: «L’abuso di bevande alcoliche durante il periodo...
LEGGI TUTTO