neonati


Anche le mamme sono sempre più distratte dallo smartphone

L’allattamento rappresenta un momento coinvolgente e intimo tra madre e bambino: tuttavia, quasi la metà delle volte le mamme rischiano di distrarsi, spesso perché richiamate dalle notifiche dello smartphone, del tablet o dalla propria fiction preferita in tv. Lo rivela uno studio americano (Ventura e Teitelbaum, 2017), i cui risultati […]

cellulare mano

bambina vetro scuola

Maestre violente, il 20% degli alunni subisce violenze dai professori

“Nell’anno scolastico 2016/17 due alunni su dieci dichiarano di essere stati trattati male, denigrati o insultati da una maestra o da un professore nel corso della loro carriera scolastica, e il 10% è stato addirittura costretto a cambiare scuola”. Ad affermarlo, intervistata da Ofcs.report, è la dottoressa Maura Manca, psicoterapeuta e […]


Come devo comportarmi quando il mio bimbo piange?

Un papà ci scrive per capire come comportarsi con il suo bimbo, di nove mesi, soprattutto quando piange. Secondo lui non bisogna lasciar piangere un bambino, ma nello stesso tempo non è appropriato  neanche correre dopo pochi secondi.  Nei  neonati e nei bambini piccoli il pianto è uno dei mezzi più […]

papa bimbo pianto

cuscino abbraccio

Il cuscino che “abbraccia” i neonati

Dopo le app che promettono di analizzare e decodificare il pianto del neonato, arriva dall’Inghilterra un cuscino “speciale” in grado di imitare il battito del cuore dei genitori. Tra le motivazioni che hanno spinto i costruttori a realizzare tale idea sembra esserci la convinzione che in questo modo il bambino, […]


Una app per analizzare il pianto dei neonati

Ultima app made in Taiwan, Infant Cries Translator promette di dare soccorso ai genitori che si sentono in difficoltà: ascoltando solo per qualche secondo il pianto del neonato, l’applicazione sembra poterne riconoscere e identificare il motivo. L’applicazione, realizzata dopo due anni di sperimentazioni, utilizza una serie di calcoli basati su […]

App pianto bambino

baby talk

Bisogna usare un linguaggio specifico per parlare ai bambini?

Lo sviluppo del linguaggio avviene nell’interazione tra maturazione fisiologica e stimoli ambientali. Il ruolo e la presenza dell’adulto fornisce un supporto e facilita la progressiva acquisizione di competenze da parte del bambino. Il modo in cui gli adulti parlano ai neonati e ai piccoli fra i 18 e i 36 […]


ARTICOLI CORRELATI

Corso di Alta Formazione in Psicologia e Psicopatologia dell’Adolescenza: Adolescenti tra il reale e il digitalmente connessi

social-media-sito

La CSI Academy Srl in partnership con l’Osservatorio Nazionale Adolescenza Onlus diretto dalla Dott.ssa Maura Manca, propone Il Corso di Alta Formazione in psicologia e psicopatologia dell’adolescenza dal titolo “Adolescenti tra il reale e il digitalmente connessi”. Il corso intende rispondere all’esigenza concreta di una formazione specialistica da parte dei professionisti e degli operatori che...
LEGGI TUTTO

Figli con i debiti uguale ancora ansie fino a settembre! Come districarsi tra vacanze e studio?

stress studio

Ormai la scuola è finita e le vacanze sono iniziate, ma c’è chi si ritrova a fare i conti con i temutissimi debiti. L’angoscia di dover passare un’estate da “rimandati”  aleggia sull’estate di tanti ragazzi e genitori, e rischia di diventare un vero e proprio tormento fino a settembre, quando si avrà il verdetto definitivo....
LEGGI TUTTO

Genitori alle prese con la maturità dei figli. Come comportarsi per gestire le loro paure?

report scuola

L’esame di maturità è una tappa importante per i ragazzi, viene investita spesso di ansie e paure, non tanto per l’esame in sé, ma per tutto quello che rappresenta a livello simbolico, un momento di passaggio cruciale che si carica emotivamente di tanti significati: crescere, essere catapultati nel “mondo dei grandi”, scegliere finalmente la propria...
LEGGI TUTTO

Il mio ragazzo non vuole che esca con i miei amici: cosa fare?

gelosia

Quando si vive una relazione, le abitudini possono cambiare: quello che però è importante, è cercare di conciliare la storia d’amore con le proprie amicizie e passioni. A volte, però, questo può essere difficile, soprattutto se manca la fiducia ed è presente un’eccessiva gelosia. Quando si prevarica la libertà personale di uno dei componenti della...
LEGGI TUTTO

Noa era già “morta” da un punto di vista psicologico. Il dolore può portare all’autolesionismo e all’autodistruzione. Come intervenire efficacemente?

ragazza dolore tristezza

Un’adolescente non dovrebbe mai fare gli ultimi saluti, non dovrebbe mai morire nell’abbraccio dall’affetto dei cari dopo anni di durissime battaglie psichiche. Noa purtroppo era già “morta” da un punto di vista psicologico già da tanti anni, da quando è stata violata la prima di altre due volte all’età di 11 anni. Quando si subisce...
LEGGI TUTTO

Ragazzi “appiccicati” ai videogiochi. Un braccio di ferro tra genitori e figli

Teenager boy enthusiastically plays the game console

Sono tantissimi i bambini e i ragazzi che si appassionano ai videogiochi che restano incollati davanti agli schermi di pc, console, tablet e smartphone, fino ad arrivare a giocare anche diverse ore consecutive. Le ore trascorse “appiccicati” ai giochi online, riprendendo le parole dei tantissimi genitori con cui mi confronto, sono oggetto di preoccupazione circa...
LEGGI TUTTO

Abbuffate alcoliche: un problema sottovalutato, ma sempre più diffuso tra i giovani

alcol ragazzi

L’abuso di bevande alcoliche è ancora troppo sottovalutato, nonostante sia estremamente diffuso e comporti conseguenze gravissime sulla salute. I numeri relativi ai giovani che consumano alcol sono decisamente preoccupanti e lo confermano anche i dati di una recente ricerca dell'Istituto Toniolo, pubblicata all'interno del volume “La condizione giovanile in Italia. Rapporto Giovani 2019” (https://www.istitutotoniolo.it/la-condizione-giovanile-in-italia-rapporto-giovani-2019/) ....
LEGGI TUTTO

Adolescenti, fino a 6 ore al giorno attaccati allo smartphone e dipendenti dalle notifiche

chat 2

Secondo i dati dell'Osservatorio nazionale sull’adolescenza, più i ragazzi crescono e più la loro dipendenza dal cellulare aumenta. E anche nei momenti di pausa restano attaccati al telefono, incapaci di gestire la noia. "E gli adulti non danno il buon esempio" Passano dalle tre alle sei ore al cellulare, lo usano anche a scuola nonostante i...
LEGGI TUTTO