pianto


suicidio1

15enne esce da scuola e si toglie la vita. I numeri dei suicidi tra gli adolescenti

Una studentessa di appena 15 anni si è tolta la vita ieri, lunedì 18 marzo, impiccandosi a un albero  nel parco della Pellerina di Torino. Il corpo della ragazza, italiana,  è stato scoperto solo in serata da un passante che passeggiava lungo via Cossa e che ha immediatamente chiamato i […]


Bambini incollati agli schermi di smartphone e tablet: a quali segnali fare attenzione?

È ormai molto frequente vedere bambini, anche piccolissimi, nei ristoranti, nei centri commerciali o in viaggio, stare con lo smartphone o il tablet in mano a giocare, guardare video, ascoltare canzoncine o disegnare con apposite applicazioni. Sin dalla nascita, si ritrovano totalmente circondati dagli strumenti tecnologici e iniziano da subito […]

UTILIZZO-SMARTPHONE-BAMBINI-640x427

christmas-2579597_640

Bambini che hanno paura di Babbo Natale. Perché e come comportarsi?

Il Natale si avvicina, le strade e i negozi sono pieni di addobbi e luci colorate e per le strade o nei centri commerciali è possibile incontrare diversi Babbo Natale che incontrano i bambini, li salutano, donano dolci e caramelle e sono pronti a farsi le foto con loro. Per […]


caso cefalù

12enne tenta di darsi fuoco in classe: l’impatto del bullismo sulla psiche dei ragazzi

A pochi giorni dal tentato suicidio in un liceo di Napoli, dalla cronaca si apprende un altro caso eclatante in provincia di Palermo, dove l’ennesimo ragazzino vede nel togliersi la vita,  l’unica via d’uscita dalla propria sofferenza. Questa volta è successo a Cefalù, dove un ragazzo di soli 12 anni, […]


Smartphone e tablet non sono un ciuccio digitale per calmare i capricci dei bambini

La tecnologia è ormai parte integrante della vita quotidiana dei più piccoli: infatti 1 bambino su 5, in Italia, entra in contatto con smartphone e tablet già nel primo anno di vita e molto spesso vengono utilizzati dai genitori per calmare i capricci dei bambini. Come sottolinea la dott.ssa Maura […]

allergie-smartphone 1

effetti violenza sulla psiche

Gli adolescenti non sono più felici, sono tristi e depressi

Adolescenti, felicità e spensieratezza, forse oggi è una condizione che non esiste più. Sono allarmanti i dati della diffusione della depressione, delle problematiche legate all’umore, alla tristezza, all’apatia ossia la mancanza di voglia nel fare le cose, il sentirsi sempre stanchi e affaticati. Adolescenti che vivono e affrontano la vita […]


Quali sono gli indicatori per scoprire se un bambino è vittima di abusi sessuali?

copertina terrorismo dirlo ai bambini

papa bimbo pianto

Come devo comportarmi quando il mio bimbo piange?

Un papà ci scrive per capire come comportarsi con il suo bimbo, di nove mesi, soprattutto quando piange. Secondo lui non bisogna lasciar piangere un bambino, ma nello stesso tempo non è appropriato  neanche correre dopo pochi secondi.  Nei  neonati e nei bambini piccoli il pianto è uno dei mezzi più […]


ARTICOLI CORRELATI

Adolescenti in un mare di insicurezze: oltre l’estetica c’è di più!

immagine

Si vedono brutti, non si piacciono, si guardano allo specchio e trovano soltanto difetti e imperfezioni:  durante il periodo adolescenziale difficilmente i ragazzi sono soddisfatti del proprio aspetto e vivono con la paura di non essere accettati. https://www.adolescienza.it/sos/sos-genitori-adolescenti/adolescenti-allo-specchio-cosa-fare-quando-si-vedono-brutti-e-non-accettano-il-loro-corpo/ La società in cui viviamo inevitabilmente rischia di alimentare tutto questo: gli adolescenti infatti sono talmente tanto...
LEGGI TUTTO

Come si diventa autolesionisti. Consigli per i genitori alle prese con l’autolesionismo

self harm

NON SEMPRE PARLANO CON LE PAROLE Quando sono invasi da un profondo dolore e dalla paura di non essere accolti dal genitore, gli adolescenti preferiscono scrivere, un messaggio, un email, una lettera alla mamma o al papà, perché hanno paura del confronto, della loro reazione, di guardarli negli occhi, di ferirli e di ricevere una...
LEGGI TUTTO

Chat e gruppi pericolosi all’oscuro dei genitori. Bisogna controllare lo smartphone dei ragazzi? Maura Manca a Radio 24

Young boy looking at her friend smoking sitting on staircases

Gruppi nelle chat o sui social che inneggiano alla violenza e all'odio purtroppo nascono come funghi. Ha colpito tutti la chat denominata da diversi ragazzini, molti dei quali minorenni, "The Shoah party". Su WhatsApp hanno creato il gruppo in cui condividevano contenuti atroci e violenti, giravano video pedopornografici, insulti razziali, slogan inneggianti a Hitler, all'Isis,...
LEGGI TUTTO

Quando l’amore diventa ossessione: come difendersi da chi ci perseguita

stalking-uomo

Lo stalking - termine inglese che identifica qualsiasi tipo di atto persecutorio nei confronti di un’altra persona - è un fenomeno tristemente diffuso, anche nel nostro Paese. Talmente tanto che dal 2009 è presente nel nostro ordinamento una legge apposita per regolare tale condotta che, da quel momento, è a tutti gli effetti un reato....
LEGGI TUTTO

Chat di odio, razzismo e violenze a sfondo sessuale. Il lato oscuro delle chat e di tanti adolescenti

adolescenti-cellulare

Le manifestazioni e le intenzioni di chi mette in atto comportamenti mossi dall’odio si manifestano con sfaccettature anche molto differenti tra loro. Uno degli aspetti più preoccupanti di questo fenomeno è proprio il fatto che, i ragazzi, non si rendono conto della gravità di ciò che pensano, che dicono e che mettono in pratica. Tutto...
LEGGI TUTTO

Quando le vittime vengono accusate di essere colpevoli della morte di un figlio. La madre di Desirée denunciata per abbandono di minore

giustizia per desirée per ado

Ho conosciuto di persona la mamma di Desirée. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con lei, di ascoltare le sue parole, di guardarla negli occhi e di stringerle la mano. Non credo ci si renda conto di cosa significhi perdere una figlia in un modo così atroce, disumano e brutale; ricevere quella telefonata che nessun...
LEGGI TUTTO

Cala l’età della prima sbronza: i ragazzi bevono sempre di più

alcool

L’abuso di bevande alcoliche è un fenomeno sempre più diffuso tra i giovanissimi, nonostante sia ancora troppo spesso sottovalutato. I ragazzi si avvicinano all’alcol sempre più precocemente e ne abusano già a partire già dagli 11-12 anni. Maura Manca, presidente dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, ha così commentato sulla rivista ORA: «L’abuso di bevande alcoliche durante il periodo...
LEGGI TUTTO