riconoscere


Tecnologici fin dalla nascita? Il rischio è il blocco delle emozioni

I bambini, sin dalla nascita, si ritrovano totalmente circondati dagli strumenti tecnologici e ormai iniziano sin da piccolissimi a digitare i tasti di smartphone e tablet tanto che, negli ultimi anni, si è abbassata di molto l’età del primo contatto alla rete. Parliamo di oltre 3 adolescenti su 10 che […]

smartphone bambini 3

segnali-bullo

I 10 segnali per riconoscere se il proprio figlio è un bullo

Il bullismo, nelle sue forme tradizionali, più fisiche e verbali o legate all’isolamento, insieme alle modalità di prevaricazione messe in atto attraverso uno smartphone o la rete internet, è un problema esternamente diffuso tra i banchi di scuola. Spesso saltano agli occhi episodi particolarmente cruenti che evidenziano comportamenti fortemente aggressivi. […]


voce mamma

La voce della mamma stimola le relazioni sociali e lo sviluppo del bambino

I bambini riconoscono la voce della mamma in meno di un secondo e i più reattivi sembrano dimostrarsi anche più socievoli degli altri.   Uno studio condotto dai ricercatori della Stanford University (Abrams et al., 2016), ha analizzato l’attività cerebrale di 24 bambini di età compresa tra i 7 e […]


5 segnali per riconoscere lo stress nei nostri figli

Anche se non raccontano o condividono volentieri le difficoltà quotidiane e le loro preoccupazioni, i ragazzi spesso sperimentano la sensazione di un costante stato di tensione e di ansia, con effetti anche sullo stato fisico ed emotivo. Come riconoscere i segnali che il loro corpo invia e che possono aiutare […]

Crisi dei 30 anni

attacchi panico

Gli attacchi di panico: il circuito dei sintomi comportamentali, emotivi e fisiologici

Come fare a riconoscere un attacco di panico? Sintomi emotivi e cognitivi Paura che possa tornare in qualunque momento Paura di perdere il controllo e di morire Pensieri negativi che non si riesce a gestire Difficoltà a rimanere calmi Forte preoccupazione e stato di allerta Paura di avere un infarto […]


ARTICOLI CORRELATI

Come si diventa autolesionisti. Consigli per i genitori alle prese con l’autolesionismo

self harm

NON SEMPRE PARLANO CON LE PAROLE Quando sono invasi da un profondo dolore e dalla paura di non essere accolti dal genitore, gli adolescenti preferiscono scrivere, un messaggio, un email, una lettera alla mamma o al papà, perché hanno paura del confronto, della loro reazione, di guardarli negli occhi, di ferirli e di ricevere una...
LEGGI TUTTO

La generazione dei bambini iperconnessi. Saperlo usare, non significa essere pronti per usarlo

smartphone child

Sono iperconnessi da quando nascono, da quando vengono al mondo. Non hanno ancora avuto l’imprinting con la madre, con quel sorriso e quel volto materno ricoperto di gioia, che davanti ai loro occhi si presenta quell’oggetto che gli terrà compagnia per tutto il resto della vita. Tutte le fasi della loro crescita sono certificate e...
LEGGI TUTTO

Suicidio e cyberbullismo. A quali segnali fare attenzione? Un’intervista a Maura Manca sul Quotidiano Nazionale

suicidio social

Ragazzi che tentano il suicidio o che si tolgono la vita: purtroppo accade sempre più spesso, come testimoniato dai numerosi casi di cronaca. In questi ultimi anni, stiamo assistendo ad un incremento dei tentativi di suicidio fin dalla tenera età, a conferma della fragilità di questi adolescenti. La procura di Roma indaga per istigazione al...
LEGGI TUTTO

Terribile ma vero, anche i docenti a volte bullizzano: quali conseguenze su bambini e ragazzi?

Tired school boy with hand on face sitting at desk in classroom. Bored schoolchild sitting at desk with classmates in classroom. Frustrated and thoughtful young child sitting and looking up.

Gli ultimi episodi di violenza sui bambini da parte dei propri insegnanti deve portare la scuola italiana a interrogarsi su come affrontare un fenomeno che tende più di altri a rimanere sommerso, iniziando a pensare che del corpo docente si debba valutare anche l’idoneità psichica alla professione. Si è sentito parlare spesso di ragazzi, di...
LEGGI TUTTO

Chat e gruppi pericolosi all’oscuro dei genitori. Bisogna controllare lo smartphone dei ragazzi? Maura Manca a Radio 24

Young boy looking at her friend smoking sitting on staircases

Gruppi nelle chat o sui social che inneggiano alla violenza e all'odio purtroppo nascono come funghi. Ha colpito tutti la chat denominata da diversi ragazzini, molti dei quali minorenni, "The Shoah party". Su WhatsApp hanno creato il gruppo in cui condividevano contenuti atroci e violenti, giravano video pedopornografici, insulti razziali, slogan inneggianti a Hitler, all'Isis,...
LEGGI TUTTO

Quando l’amore diventa ossessione: come difendersi da chi ci perseguita

stalking-uomo

Lo stalking - termine inglese che identifica qualsiasi tipo di atto persecutorio nei confronti di un’altra persona - è un fenomeno tristemente diffuso, anche nel nostro Paese. Talmente tanto che dal 2009 è presente nel nostro ordinamento una legge apposita per regolare tale condotta che, da quel momento, è a tutti gli effetti un reato....
LEGGI TUTTO

Chat di odio, razzismo e violenze a sfondo sessuale. Il lato oscuro delle chat e di tanti adolescenti

adolescenti-cellulare

Le manifestazioni e le intenzioni di chi mette in atto comportamenti mossi dall’odio si manifestano con sfaccettature anche molto differenti tra loro. Uno degli aspetti più preoccupanti di questo fenomeno è proprio il fatto che, i ragazzi, non si rendono conto della gravità di ciò che pensano, che dicono e che mettono in pratica. Tutto...
LEGGI TUTTO